L’Italia con D. Lgs. 4 marzo 2014, n. 38, ha recepito la direttiva 2011/24/UE riguardante l'applicazione dei diritti degli assistiti in relazione all'assistenza sanitaria transfrontaliera.

I cittadini iscritti al SSN che necessitano di prestazioni, prescrivibili a carico del servizio sanitario, possono fruire delle stesse in un altro Stato dell’Unione Europea ottenendo successivamente in Italia il rimborso dei costi sostenuti, in misura corrispondente alle tariffe regionali vigenti per le medesime prestazioni.

Si evidenzia che la predetta normativa si applica unicamente negli Stati della Comunità Europea.

Sono esclusi: Norvegia - Islanda - Liechtenstein – Svizzera e gli Stati extraeuropei.

Si precisa che la direttiva NON si applica a:

  • servizi assistenziali di lunga durata il cui scopo sia di sostenere le persone che necessitano di assistenza nello svolgimento di compiti quotidiani e di routine
  • assegnazione ed accesso agli organi ai fini dei trapianti di organo
  • programmi di vaccinazione contro le malattie contagiose, volti esclusivamente a proteggere la salute della popolazione nel territorio nazionale e subordinati ad una pianificazione e a misure di attuazione

ATS provvede esclusivamente alla liquidazione dei rimborsi.

Per la presentazione delle richieste di autorizzazione e di successivo rimborso – modulistica in allegato - i richiedenti devono rivolgersi ai Distretti ASST territorialmente competenti con riferimento alla residenza dell'assistito.

Si raccomanda di rivolgersi sempre preventivamente ai competenti Uffici Distrettuali ASST per ricevere dettagliate indicazioni e verificare e quantificare i rimborsi ottenibili per le specifiche prestazioni.

È prevista la preventiva autorizzazione OBBLIGATORIA nei seguenti casi (art. 9 D. Lgs. 38/2014):

  • ricovero del paziente per almeno una notte
  • utilizzo di un'infrastruttura sanitaria o di apparecchiature mediche altamente specializzate e costose, comprese quelle utilizzate nella diagnostica strumentale
  • cure che comportano un rischio particolare per il paziente o la popolazione
  • cure erogate da un prestatore di assistenza sanitaria che potrebbe suscitare gravi e specifiche preoccupazioni quanto alla qualità o alla sicurezza dell’assistenza

Gli assistiti che hanno fruito di assistenza sanitaria transfrontaliera hanno diritto al rimborso dei costi sostenuti se le prestazioni sanitarie fruite sono comprese nei Livelli Essenziali di Assistenza e in misura corrispondente alle tariffe regionali vigenti al netto della compartecipazione alla spesa (ticket sanitario) secondo la normativa vigente.

In ogni caso, tale rimborsò non può superare il costo effettivo sostenuto.

 

Ultime news

Bando per la concessione di contributi per gli orfani di femminicidio - Proroga termine presentazione domande

Prorogato il termine per la presentazione delle domande, dal 1° luglio 2022 fino ad esaurimento delle risorse.

Leggi tutto...

Mammografie, Tac e Risonanze magnetiche disponibili anche di sera, nei festivi e prefestivi

Regione Lombardia ha avviato una sperimentazione di 12 mesi che prevede un ampliamento dell’offerta di prestazioni sanitarie attraverso l'estensione dell'orario di attività dei servizi ambulatoriali.

Leggi tutto...

Pubblicati due avvisi per titoli e colloquio per incarichi a tempo determinato di assistente sanitario - categoria D e falegname - categoria BS

ATS Insubria – Agenzia di Tutela della Salute – Varese e Como – cerca tre assistenti sanitari – categoria D e un falegname categoria BS.

Leggi tutto...

Aperte le prenotazioni per la quarta dose - seconda dose di richiamo - della vaccinazione anti COVID-19

Accesso dedicato ai cittadini di età pari o superiore a 60 anni e alle persone con elevata fragilità di età pari o superiore ai 12 anni previa appuntamento

Leggi tutto...

ATS Insubria: prorogata l’apertura dello sportello informativo per il recupero ticket

I cittadini potranno usufruire del servizio in presenza fino al 28 luglio 2022

ATS Insubria amplierà, dal prossimo 18.07 e fino al 28.07.2022, lo sportello oggi attivo in presenza per fornire un supporto informativo ai cittadini che hanno ricevuto un verbale di accertamento per indebita fruizione di prestazioni esenti da ticket, da affiancare a quello telefonico già attivo due volte la settimana.

Leggi tutto...

Campagna Vaccinale Anti Herpes Zoster nelle RSA

Nelle RSA del territorio di ATS Insubria, in coerenza con le indicazioni regionali, è attualmente in corso la campagna vaccinale anti Herpes Zoster rivolta agli ospiti in considerazione di:

  • età avanzata
  • potenziale immunodepressione
  • frequente presenza di patologie croniche di base
  • maggiore rischio trasmissivo del virus varicella - Zoster all’interno di una struttura collettiva
Leggi tutto...

Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?

Invia segnalazione

 

Torna su