Data di apertura: ore 10.00 del 16/01/2019

Data di chiusura:  30/06/2019 salvo esaurimento delle risorse assegnate alle ATS

 

Di cosa si tratta:

La misura del Bonus famiglia è un supporto economico destinato alle famiglie vulnerabili in cui la donna si trova in stato di gravidanza o in caso di famiglia che adotti un bambino.

 

Caratteristiche dell’agevolazione:

Il contributo massimo riconoscibile è pari a € 1.500,00, da erogare in due rate di € 750 ciascuna, la prima entro 60 giorni dalla validazione della domanda e, in ogni caso, entro 30 giorni dalla sottoscrizione del progetto personalizzato e la seconda entro 30 giorni dalla presentazione presso il Consultorio del certificato di nascita o della tessera sanitaria del neonato, da presentare in Consultorio entro 60 giorni dalla nascita dello stesso.

In caso di adozione, il contributo viene equiparato a € 1.500,00 ed è liquidato in un'unica soluzione dopo l'approvazione della domanda.

 

Chi può partecipare:

Possono presentare domanda coloro che soddisfano i seguenti requisiti:

  • donne in stato di gravidanza e in condizioni familiari di vulnerabilità o che hanno adottato un figlio; la domanda può essere presentata anche dal padre, ma è richiesta in ogni caso la presenza di entrambi i genitori nel nucleo familiare anagrafico per il calcolo dell’ISEE;
  • residenza continuativa in Regione Lombardia per entrambi i genitori da almeno 5 anni o del solo genitore, se famiglia monogenitoriale;
  • indicatore ISEE di riferimento non superiore a € 22.000,00;
  • non titolari di altre agevolazioni a valere su analoghe iniziative attivate a livello comunale o nazionale a sostegno della natalità;
  • con condizioni di fragilità specifiche e indicate, con riferimento alla casistica diversa da quella dell’adozione.

Nel caso in cui la richiedente sia minorenne, la domanda deve essere sottoscritta da chi esercita la responsabilità genitoriale.

Come partecipare:

La domanda di partecipazione al bando deve essere presentata dal soggetto richiedente con gli allegati richiesti, pena la non ammissibilità, obbligatoriamente in forma telematica per mezzo del Sistema Informativo “Bandi online” disponibile all’indirizzo www.bandi.servizirl.it

Tutti i dettagli relativi alla procedura guidata di presentazione delle domande sono definiti all'interno di un Manuale appositamente predisposto disponibile all’interno del Portale di Regione Lombardia - www.bandi.regione.lombardia.it - nella sezione relativa al Bando.

Le domande possono essere presentate previa registrazione\autenticazione in Bandi online, esclusivamente attraverso:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale): è un codice personale che consente di accedere da qualsiasi dispositivo e di essere riconosciuto da tutti i portali della Pubblica Amministrazione.

Per richiedere ed ottenere il codice SPID vai al sito

oppure

  • CNS/CRS (Carta Nazionale dei Servizi – Carta Regionale dei Servizi).

 

Non è più possibile firmare la domanda in modalità olografa.

 

Alla domanda dovranno essere allegati, scansionati in un unico file, i documenti

  • certificato di gravidanza o sentenza di adozione o decreto di collocamento in famiglia;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione con attestazione di ISEE ordinario inferiore ai 22.000 € (l’ISEE deve essere in corso di validità) o DSU;
  • scheda di avvenuto colloquio per la valutazione della condizione di vulnerabilità (per la casistica diversa da quella dell’adozione), rilasciata dall’Ambito/comune, dal CAV o dal Consultorio (Allegato A.1 al Decreto 19392 del 21/12/2018).

 

Non si ritengono ammissibili le domande che pervengono prive dei requisiti e/o con documentazione difforme o non completa.

All’atto dell’invio telematico della domanda dall’ATS al Consultorio, il richiedente riceve una comunicazione via mail con l’invito a prendere contatto, entro 45 giorni dalla ricezione della comunicazione, con il Consultorio scelto nella domanda on-line per la redazione di progetti personalizzati condivisi, comprensivi della sottoscrizione del patto di corresponsabilità. Ai fini della definizione del progetto è previsto il coinvolgimento degli Ambiti/Comuni e/o dei CAV e prevede l’effettuazione di almeno due colloqui di verifica.

Non è previsto il progetto in caso di adozione.

Informazioni e contatti

Per assistenza tecnica sull’utilizzo del servizio online della piattaforma “Bandi online”:

è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o contattare il numero verde 800.131.151 attivo dal lunedì al sabato, escluso i festivi, dalle ore 10:00 alle ore 20:00

 

Per informazioni e segnalazioni relative al bando e per le domande già protocollate:

Silvia Mocchetti - 0332 277729 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovanna Alberio - 0332 277225 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Elisa Martini - 0332 277722 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Segreteria amministrativa: - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Maria Teresa Massironi - 0332 277359 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Katia Guidetti  - 0332 277258 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torna all'inizio del contenuto

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.