Igiene e Sanità Pubblica - Alimenti e Bevande

Igiene degli alimenti e della nutrizione

La struttura ha il compito di mantenere la qualità e la sicurezza lungo l’intera filiera alimentare attuando le necessarie procedure operative per garantire la qualità dei cibi monitorando le azioni che vengono effettuate, detto compito si sviluppa anche in integrazione con altre Strutture di questa ATS ovvero con altre Autorità Competenti nell’ambito Agro-Alimentare.

Il Dipartimento di Igiene Prevenzione Sanitaria attraverso La Unità Operativa Igiene degli Alimenti e della Nutrizione ha il compito di vigilare sulla qualità igienico-sanitaria dei prodotti di origine non animale in particolare nella produzione, preparazione, confezionamenti, deposito, trasporto, somministrazione e vendita di alimenti e bevande. Sorveglia inoltre la commercializzazione e l’utilizzo di prodotti fitosanitari e la gestione, il trattamento e distribuzione delle acque potabili o comunque ad uso umano.

Attività:

  • Assumere la funzione di “Autorità Competente” per gli ambiti di competenza così come previsto dalla vigente regolamentazione nazionale in attuazione anche alle norme comunitarie in materia
  • Assicurare la registrazione ed il controllo preliminare anche documentale definendone la caratterizzazione del rischio di macrocategoria di tutti gli operatori del settore alimentare dei diversi settori: produzione, preparazione, confezionamenti, deposito, trasporto, somministrazione e commercio
  • Assicurare altresì l’autorizzazione ovvero il riconoscimento preventivo di alcuni cicli produttivi, di confezionamento e deposito come previsto dal sistema dei controlli per gli alimenti di rispettiva competenza, in particolare:
    • Integratori alimentari
    • Additivi alimentari
    • Aromi alimentari
    • Alimenti con aggiunta di vitamine e minerali
  • Certificare, per quanto di competenza sanitaria, i prodotti esportati in paesi extra UE
  • Garantire tutte le attività istituzionali connesse alla prevenzione sanitaria ed alle indagini volte a quanto previsto nei LEA per l’ambito di competenza
  • Attuare tutti i controlli ufficiali programmati nei confronti delle imprese alimentari a tutela del consumatore, secondo il sistema previsto dalla normativa vigente, mantenendo una frequenza di controlli indicata per ogni tipologia di attività in relazione al potenziale rischio sanitario assegnato
  • Effettuare i controlli secondo programmazione annualmente ridefinita degli acquedotti pubblici e dell’acqua distribuita dagli stessi dalla falda acquifera al contatore del singolo utilizzatore
  • Mantenere attivo un controllo su tutta la filiera produttiva e di trasformazione di MOCA (materiali destinati al contatto con gli alimenti nelle fasi di produzione, preparazione e distribuzione dei prodotti)
  • Assicurare tutta l’attività svolta, attraverso l’Ispettorato Micologico, di prevenzione sanitaria alle intossicazione da funghi anche direttamente raccolti da privati cittadini
  • Assicurare la vigilanza sull’utilizzo ed il commercio di prodotti fitosanitari
  • Mantenere il controllo di qualità ed il monitoraggio dell’attività di vigilanza svolta anche secondo criteri di confronto continuo con le altre ATS lombarde attraverso indicatori di “performance”, anche di tipo osservazionale, coordinati dal settore regionale competente

 

Documentazione

Ultime news

L’evento comasco dedicato alle Aziende che promuovono salute - Edizione 2020

WHP - Workplace Health Promotion - LA RETE DELLE AZIENDE WHP - Promozione della salute: più benessere nei luoghi di lavoro

Confindustria Como e ATS Insubria premiano le realtà locali che si sono distinte nel corso del 2020 per il loro impegno a favore del benessere e della salute sui luoghi di lavoro

Leggi tutto...
Nuove modalità di pagamento - PagoPa

Nuove modalità di pagamento - PagoPa

ATS Insubria ha attivato la modalità di pagamento tramite PagoPA, il sistema dei pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione.

Leggi tutto...

Termine rilascio credenziali OTP - One Time Password - Fascicolo Sanitario Elettronico

Regione Lombardia, dal 28 febbraio 2021, non accetterà più richieste per il rilascio di Credenziali OTP - One Time Password -, tranne che per gli assistiti minorenni, data l’impossibilità di rilascio di credenziali SPID ai cittadini minori di 18 anni. Le credenziali OTP potranno essere utilizzate fino al 30 settembre 2021.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.