Assistenza Domiciliare Integrata (ADI)

ADI Ordinaria

Le cure domiciliari di ADI ordinaria si collocano nella rete dei servizi sociosanitari territoriali e garantiscono alle persone non autosufficienti e in condizioni di fragilità, sia Covid negative che Covid positive, percorsi assistenziali a domicilio di presa in carico.

L’attuale recrudescenza della pandemia da Covid 19 rende indispensabile che gli Enti Erogatori di ADI Ordinaria, a contratto con ATS, garantiscano anche ai pazienti Covid positivi le medesime prestazioni ritenute adeguate ai bisogni assistenziali e/o riabilitativi a seguito della valutazione effettuata dalle equipes multidimensionali dell’ASST di domicilio dell’utente.

Il profilo di ADI Ordinaria, sia esso già attivo o in fase di attivazione, ricomprende anche le prestazioni di educazione sanitaria e di monitoraggio previste nel Profilo ADI Covid, che pertanto non può essere attivato contemporaneamente a quello di ADI Ordinaria.

L’ADI ha pertanto tra i suoi obiettivi:

  • migliorare la qualità di vita, limitando il declino funzionale della persona;
  • supportare la famiglia nel lavoro di cura;
  • ridurre i ricoveri ospedalieri impropri e il ricorso ai servizi di emergenza/urgenza;
  • evitare, laddove possibile, il ricovero definitivo in strutture residenziali.

Il servizio ADI si rivolge a persone residenti in Regione Lombardia, di qualunque età, che necessitano di cure domiciliari in quanto in situazione di fragilità.

Per accedere al servizio devono essere presenti tutte le seguenti condizioni:

  • bisogni sanitari e sociosanitari gestibili al domicilio;
  • non autosufficienza, parziale o totale, di carattere temporaneo o definitivo;
  • non deambulabilità e non trasportabilità, con i comuni mezzi, presso i servizi ambulatoriali territoriali;
  • presenza di una rete familiare formale e/o informale di supporto;
  • abitative che garantiscono la praticabilità dell’assistenza.

Il certificato del Medico di Medicina Generale o del Pediatra di Famiglia, in presenza delle sopra citate condizioni, è necessario per presentarsi presso gli uffici territoriali a voi più vicini.

L’Assistenza Domiciliare Integrata – ADI, in quanto Livello Essenziale di Assistenza (LEA),riguarda specifiche prestazioni ed attività, sia di natura sociosanitaria che sociale a rilievo sanitario, rese in modo integrato al domicilio della persona con bisogni complessi. Sono erogabili le prestazioni mediche, infermieristiche, di aiuto infermieristico, riabilitative,educative, psicologiche e di assistenza tutelare.

Il servizio ADI viene erogato da Enti Erogatori accreditati dalla Regione Lombardia e contrattualizzati dalla ATS dell’Insubria di seguito elencati:

 

Profilo ADI Covid

La DGR 2986/2020 e successive modifiche e integrazioni ha introdotto un ulteriore percorso di assistenza domiciliare, denominato Profilo ADI Covid, destinato ad assistiti in situazione di fragilità sanitaria/sociosanitaria, COVID positivi o sospetti tali, che necessitano di interventi mirati di educazione sanitaria e di monitoraggio dello stato di salute e non di prestazioni riconducibili all’ADI Ordinaria.

Presupposto fondamentale per la gestione domiciliare con profilo ADI-COVID è che il paziente, Covid positivo o sospetto tale, presenti sintomi lievi di infezione e che sia possibile garantire un isolamento domiciliare adeguato, attraverso la valutazione di sicurezza dell’ambiente domestico del paziente e dell’adeguatezza del caregiver.

L’attivazione del profilo ADI-COVID avviene secondo le modalità già previste per l’ADI Ordinaria, a seguito di richiesta, su ricettario dell’SSR, da parte del MMG/PLS.

Il profilo ADI-COVID non può essere attivato contemporaneamente ad un profilo di ADI Ordinaria o di Cure Palliative.

 

Elenco Erogatori

 

Normativa

 

Riclassificazione-Accreditamento ADI / Cure Domiciliari

 

Ultime news

ATS Insubria ha pubblicato un avviso per l’assunzione temporanea di un Biologo

L’Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria conferirà un incarico di prestazione d’opera professionale, della durata di mesi otto, a un Biologo da assegnare alla struttura “Epidemiologia Registri Specializzati e Reti di Patologia”.

Leggi tutto...

Giornata mondiale contro l'AIDS: 1° dicembre

“Equalize” è lo slogan scelto per il 2022 da OMS per ricordare che le diseguaglianze presenti nel mondo condizionano la prevenzione dell’infezione da HIV e l’accesso ai servizi di diagnosi e cura

Leggi tutto...

L’affido familiare va al cinema con ATS Insubria e Comunità Montana Valli del Verbano

“Verso Casa” è il film realizzato per accompagnare alla scoperta dell’esperienza affidataria.

Leggi tutto...

Apertura universale vaccinazione antinfluenzale

Da sabato 26 novembre è prevista l’apertura a tutta la popolazione - anche non appartenente ai target a rischio - dell’offerta della vaccinazione antinfluenzale gratuita. Pertanto, al di fuori degli open day già programmati dalle ASST territoriali, l’accesso ai centri vaccinali delle ASST o presso le farmacie aderenti per tutti i cittadini interessati sarà regolato da prenotazione online sul portale regionale vaccinazioneantinfluenzale.regione.lombardia.it o contattando il call center al numero verde gratuito 800 894 545.

Leggi tutto...

Vaccinazione anti-papilloma virus: gratis per le donne di 25 anni

Prenotando presso le ASST territoriali la vaccinazione anti HPV entro il 31 dicembre del 2022, le donne di 25 anni di età, nate nel 1997, possono riceverla gratuitamente. In oltre 15 anni di monitoraggio, il vaccino si è dimostrato molto sicuro ed efficace, e continua tuttora ad essere monitorato.

Leggi tutto...

Vax day con accesso diretto per la co-somministrazione anti Covid-19 e Antiflu per le categorie aventi diritto

ATS Insubria, in collaborazione con le ASST del territorio, ha organizzato i seguenti “vax day” con accesso diretto per la co-somministrazione anti Covid-19 e Antiflu per le categorie aventi diritto, secondo il seguente calendario:

Leggi tutto...

Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?

Invia segnalazione

 

Torna su