Screening oncologici

In Italia la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori rientrano tra le prestazioni essenziali che devono essere garantite a tutti i cittadini. Tra le principali attività di prevenzione vi sono i programmi di screening gratuiti che consistono nell'invitare gruppi di popolazione, potenzialmente esposti al rischio di contrarre il cancro, a sottoporsi a esami di prevenzione e di diagnosi precoce. Gli screening, quindi, permettono di individuare il tumore in fase iniziale, prima che si manifestino i sintomi, anticipando la diagnosi e intervenendo con maggiori probabilità di guarigione.

Il Servizio sanitario nazionale propone programmi di screening per la prevenzione dei tumori femminili del seno e collo dell'utero. Inoltre è garantito per tutti lo screening per il tumore del colon-retto.  

Regione Lombardia propone tre tipi di screening:

  • per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del collo dell’utero: le donne tra i 25 ed i 29 anni vengono invitate ad eseguire un Pap test ogni tre anni, le donne fra i 30 e i 64 anni vengono invitate ad eseguire un test HPV ogni cinque anni. L’invito ad aderire al programma sarà esteso progressivamente a tutte le donne
  • per la diagnosi precoce dei tumori della mammella: le donne tra 50 e 74 anni vengono invitate ad eseguire una mammografia ogni due anni. E’ in fase di sviluppo l’estensione a tutto il territorio regionale dell’invito alla mammografia annuale per le donne tra 45 e 49 anni
  • per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del colon-retto: donne e uomini tra i 50 ed i 74 anni vengono invitati ad eseguire un test per la ricerca del sangue occulto nelle feci ogni due anni

Almeno la metà dei tumori sono prevenibili se si adottano stili di vita sani. Ricordiamo di:

  • svolgere attività fisica costante
  • seguire una dieta equilibrata e ponderata
  • non fumare
  • fare un uso moderato di bevande alcooliche

Indicazioni di Regione Lombardia: Screening per la prevenzione dei tumori

Approfondimenti: ONS - Osservatorio Nazionale Screening

 

Programma di Screening per Epatite C – HCV

L’Epatite C cronica da HCV è un’infezione che non dà sintomi, ma è la principale causa di cirrosi e cancro del fegato in Italia.

INFO e approfondimenti

 

Programma di Screening collo dell'utero

I test per lo screening per il tumore del collo dell’utero sono il Pap-test ed il test per la ricerca del DNA del Papilloma virus - HPV-DNA test.

In Italia, attualmente, il carcinoma della cervice uterina rappresenta il quinto tumore per frequenza nelle donne sotto i 50 anni e complessivamente l’1,3% di tutti quelli diagnosticati.

Il tumore è causato da un’infezione da papilloma virus umano (HPV), che si trasmette per via sessuale ed è molto frequente soprattutto nei giovani. La maggior parte delle infezioni regredisce spontaneamente, quando invece l’infezione persiste nel tempo si formano lesioni nel tessuto del collo dell’utero che possono evolvere in cancro.

 

Programma di Screening colon rettale

Il carcinoma colon rettale é un tumore che colpisce l’ultima parte dell’intestino. In Italia è al secondo posto come frequenza (13%) e mortalità (11%), tra le malattie tumorali che colpiscono la popolazione. La sopravvivenza è in aumento e l’incidenza, cioè le nuove diagnosi annuali, dopo un picco nel 2007 tende a calare anche grazie ai programmi di screening che intercettano le lesioni pre-cancerose (adenomi). La finalità del programma di screening colon rettale è quindi di diminuire l’incidenza e la mortalità per questo tumore, oltre che aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

Lo screening del carcinoma colon rettale si attua tramite la ricerca nelle feci del sangue occulto (non visibile ad occhio nudo), la cui presenza è meritevole di approfondimento diagnostico, di norma attraverso una colonscopia.

 

 

Programma di Screening mammografico

In Italia, il tumore alla mammella rappresenta quasi un terzo di tutte le diagnosi tumorali che colpiscono le donne, essendo la forma più frequente. L'incidenza, ovvero le nuove diagnosi annuali, da diversi anni è stabile, mentre la mortalità mostra, dalla fine degli anni ’90 ad oggi, una moderata ma continua tendenza alla diminuzione, attribuibile sia alla diagnosi precoce che al miglioramento delle cure.

La finalità del programma di screening mammografico è di diminuire la mortalità per questo tumore, oltre che aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

 

Ultime news

ATS Insubria ha pubblicato un avviso per l’assunzione temporanea di un Biologo

L’Agenzia di Tutela della Salute dell’Insubria conferirà un incarico di prestazione d’opera professionale, della durata di mesi otto, a un Biologo da assegnare alla struttura “Epidemiologia Registri Specializzati e Reti di Patologia”.

Leggi tutto...

Giornata mondiale contro l'AIDS: 1° dicembre

“Equalize” è lo slogan scelto per il 2022 da OMS per ricordare che le diseguaglianze presenti nel mondo condizionano la prevenzione dell’infezione da HIV e l’accesso ai servizi di diagnosi e cura

Leggi tutto...

L’affido familiare va al cinema con ATS Insubria e Comunità Montana Valli del Verbano

“Verso Casa” è il film realizzato per accompagnare alla scoperta dell’esperienza affidataria.

Leggi tutto...

Apertura universale vaccinazione antinfluenzale

Da sabato 26 novembre è prevista l’apertura a tutta la popolazione - anche non appartenente ai target a rischio - dell’offerta della vaccinazione antinfluenzale gratuita. Pertanto, al di fuori degli open day già programmati dalle ASST territoriali, l’accesso ai centri vaccinali delle ASST o presso le farmacie aderenti per tutti i cittadini interessati sarà regolato da prenotazione online sul portale regionale vaccinazioneantinfluenzale.regione.lombardia.it o contattando il call center al numero verde gratuito 800 894 545.

Leggi tutto...

Vaccinazione anti-papilloma virus: gratis per le donne di 25 anni

Prenotando presso le ASST territoriali la vaccinazione anti HPV entro il 31 dicembre del 2022, le donne di 25 anni di età, nate nel 1997, possono riceverla gratuitamente. In oltre 15 anni di monitoraggio, il vaccino si è dimostrato molto sicuro ed efficace, e continua tuttora ad essere monitorato.

Leggi tutto...

Vax day con accesso diretto per la co-somministrazione anti Covid-19 e Antiflu per le categorie aventi diritto

ATS Insubria, in collaborazione con le ASST del territorio, ha organizzato i seguenti “vax day” con accesso diretto per la co-somministrazione anti Covid-19 e Antiflu per le categorie aventi diritto, secondo il seguente calendario:

Leggi tutto...

Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?

Invia segnalazione

 

Torna su