Screening oncologici

In Italia la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori rientrano tra le prestazioni essenziali che devono essere garantite a tutti i cittadini. Tra le principali attività di prevenzione vi sono i programmi di screening gratuiti che consistono nell'invitare gruppi di popolazione, potenzialmente esposti al rischio di contrarre il cancro, a sottoporsi a esami di prevenzione e di diagnosi precoce. Gli screening, quindi, permettono di individuare il tumore in fase iniziale, prima che si manifestino i sintomi, anticipando la diagnosi e intervenendo con maggiori probabilità di guarigione.

Il Servizio sanitario nazionale propone programmi di screening per la prevenzione dei tumori femminili del seno e collo dell'utero. Inoltre è garantito per tutti lo screening per il tumore del colon-retto.  

Regione Lombardia propone tre tipi di screening:

  • per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del collo dell’utero: le donne tra i 25 ed i 29 anni vengono invitate ad eseguire un Pap test ogni tre anni, le donne fra i 30 e i 64 anni vengono invitate ad eseguire un test HPV ogni cinque anni. L’invito ad aderire al programma sarà esteso progressivamente a tutte le donne
  • per la diagnosi precoce dei tumori della mammella: le donne tra 50 e 74 anni vengono invitate ad eseguire una mammografia ogni due anni. E’ in fase di sviluppo l’estensione a tutto il territorio regionale dell’invito alla mammografia annuale per le donne tra 45 e 49 anni
  • per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del colon-retto: donne e uomini tra i 50 ed i 74 anni vengono invitati ad eseguire un test per la ricerca del sangue occulto nelle feci ogni due anni

Almeno la metà dei tumori sono prevenibili se si adottano stili di vita sani. Ricordiamo di:

  • svolgere attività fisica costante
  • seguire una dieta equilibrata e ponderata
  • non fumare
  • fare un uso moderato di bevande alcooliche

Indicazioni di Regione Lombardia: Screening per la prevenzione dei tumori

Approfondimenti: ONS - Osservatorio Nazionale Screening

 

Programma di Screening per Epatite C – HCV

L’Epatite C cronica da HCV è un’infezione che non dà sintomi, ma è la principale causa di cirrosi e cancro del fegato in Italia.

INFO e approfondimenti

 

Programma di Screening collo dell'utero

I test per lo screening per il tumore del collo dell’utero sono il Pap-test ed il test per la ricerca del DNA del Papilloma virus - HPV-DNA test.

In Italia, attualmente, il carcinoma della cervice uterina rappresenta il quinto tumore per frequenza nelle donne sotto i 50 anni e complessivamente l’1,3% di tutti quelli diagnosticati.

Il tumore è causato da un’infezione da papilloma virus umano (HPV), che si trasmette per via sessuale ed è molto frequente soprattutto nei giovani. La maggior parte delle infezioni regredisce spontaneamente, quando invece l’infezione persiste nel tempo si formano lesioni nel tessuto del collo dell’utero che possono evolvere in cancro.

 

Programma di Screening colon rettale

Il carcinoma colon rettale é un tumore che colpisce l’ultima parte dell’intestino. In Italia è al secondo posto come frequenza (13%) e mortalità (11%), tra le malattie tumorali che colpiscono la popolazione. La sopravvivenza è in aumento e l’incidenza, cioè le nuove diagnosi annuali, dopo un picco nel 2007 tende a calare anche grazie ai programmi di screening che intercettano le lesioni pre-cancerose (adenomi). La finalità del programma di screening colon rettale è quindi di diminuire l’incidenza e la mortalità per questo tumore, oltre che aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

Lo screening del carcinoma colon rettale si attua tramite la ricerca nelle feci del sangue occulto (non visibile ad occhio nudo), la cui presenza è meritevole di approfondimento diagnostico, di norma attraverso una colonscopia.

 

 

Programma di Screening mammografico

In Italia, il tumore alla mammella rappresenta quasi un terzo di tutte le diagnosi tumorali che colpiscono le donne, essendo la forma più frequente. L'incidenza, ovvero le nuove diagnosi annuali, da diversi anni è stabile, mentre la mortalità mostra, dalla fine degli anni ’90 ad oggi, una moderata ma continua tendenza alla diminuzione, attribuibile sia alla diagnosi precoce che al miglioramento delle cure.

La finalità del programma di screening mammografico è di diminuire la mortalità per questo tumore, oltre che aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita delle persone che ne sono affette.

 

Ultime news

Bando per la concessione di contributi per gli orfani di femminicidio - Proroga termine presentazione domande

Prorogato il termine per la presentazione delle domande, dal 1° luglio 2022 fino ad esaurimento delle risorse.

Leggi tutto...

Mammografie, Tac e Risonanze magnetiche disponibili anche di sera, nei festivi e prefestivi

Regione Lombardia ha avviato una sperimentazione di 12 mesi che prevede un ampliamento dell’offerta di prestazioni sanitarie attraverso l'estensione dell'orario di attività dei servizi ambulatoriali.

Leggi tutto...

Pubblicati due avvisi per titoli e colloquio per incarichi a tempo determinato di assistente sanitario - categoria D e falegname - categoria BS

ATS Insubria – Agenzia di Tutela della Salute – Varese e Como – cerca tre assistenti sanitari – categoria D e un falegname categoria BS.

Leggi tutto...

Aperte le prenotazioni per la quarta dose - seconda dose di richiamo - della vaccinazione anti COVID-19

Accesso dedicato ai cittadini di età pari o superiore a 60 anni e alle persone con elevata fragilità di età pari o superiore ai 12 anni previa appuntamento

Leggi tutto...

ATS Insubria: prorogata l’apertura dello sportello informativo per il recupero ticket

I cittadini potranno usufruire del servizio in presenza fino al 28 luglio 2022

ATS Insubria amplierà, dal prossimo 18.07 e fino al 28.07.2022, lo sportello oggi attivo in presenza per fornire un supporto informativo ai cittadini che hanno ricevuto un verbale di accertamento per indebita fruizione di prestazioni esenti da ticket, da affiancare a quello telefonico già attivo due volte la settimana.

Leggi tutto...

Campagna Vaccinale Anti Herpes Zoster nelle RSA

Nelle RSA del territorio di ATS Insubria, in coerenza con le indicazioni regionali, è attualmente in corso la campagna vaccinale anti Herpes Zoster rivolta agli ospiti in considerazione di:

  • età avanzata
  • potenziale immunodepressione
  • frequente presenza di patologie croniche di base
  • maggiore rischio trasmissivo del virus varicella - Zoster all’interno di una struttura collettiva
Leggi tutto...

Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?

Invia segnalazione

 

Torna su