Le informazioni seguenti sono tratte dal sito del Ministero della Salute.

In accordo con il Governo il 14 marzo sindacati e imprese hanno firmato un protocollo per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da nuovo coronavirus e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro. Il protocollo è stato integrato il 24 aprile.

Ecco in sintesi le principali raccomandazioni per imprese e lavoratori contenute nel protocollo tra Governo, sindacati e imprese firmato il 14 marzo e integrato il 24 aprile 2020.

I datori di lavoro, nell’ambito dell’adozione delle misure di protezione e dei propri doveri in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro, non possono comunicare il nome del dipendente che ha contratto il virus.

In relazione al fine di tutelare la salute degli altri lavoratori, in base a quanto stabilito dalle misure emergenziali, spetta alle Autorità Sanitarie competenti informare i “contatti stretti” del caso confermato, al fine di attivare le previste misure di profilassi.

 

Ultime news

Dal 25 giugno tutti potranno modificare la prenotazione per la seconda dose di vaccino

Da oggi, 25 giugno, sarà possibile per tutti i cittadini modificare l’appuntamento per la somministrazione della 2^ dose vaccinale per esigenze indifferibili e di comprovata urgenza. 

Leggi tutto...

Caldo estivo, i consigli di prevenzione per la salute

Ogni anno il caldo è responsabile di problemi di salute per molte persone, specialmente per bambini piccoli, anziani, malati cronici, lavoratori all’aperto. Può causare stress da calore, colpi di calore e aggravare malattie preesinstenti come quelle cardiovascolari, respiratorie, renali e psichiche. E’ possibile adottare misure di prevenzione. Per maggiori approfondimenti consulta l’area dedicata di ATS Insubria.

 

Al via da domani le vaccinazioni eterologhe per gli under 60 che hanno ricevuto prima dose con Astrazeneca

A seguito delle indicazioni pervenute da AIFA, domani, giovedì 17 giugno, riprenderanno in Regione Lombardia le somministrazioni ai cittadini con meno di 60 anni, vaccinati in prima dose con Astrazeneca.

Leggi tutto...

Torna su

Questo sito utilizza cookie tecnici e «di terze parti» necessari per il funzionamento e la navigazione dello stesso. Inoltre questo sito raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate e a norma di legge.

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione su altre pagine, acconsenti all'uso dei cookie.